Come Cambiare l’Olio del Cambio

La scatola del cambio contiene molte parti in movimento che devono essere accuratamente lubrificate per evitare contatti diretti tra le parti metalliche. Alcuni di questi componenti sono completamente immersi nell’olio, mentre altri vengono lubrificati con il sistema a sbattimento. Controlla con regolarità il livello dell’olio ed effettua il rabbocco e, in caso, sostituiscilo.

Il tipo di olio che devi usare dipende dal tipo di ingranaggi utilizzati all’interno del cambio. L’olio deve sempre essere in grado di sopportare temperature molto elevate. Non tutte le auto hanno un olio separato per la lubrificazione del cambio, molte infatti utilizzano lo stesso tipo di olio sia per il motore, sia per il cambio. Per verificare che il cambio venga lubrificato in modo corretto, ti basta controllare con periodicità il livello dell’olio.

Il livello dell’olio non si deve abbassare troppo tra un controllo e l’altro. Esegui i controllo ogni sei mesi o, comunque ogni 10.000 – 12.000 km e, se noti che è necessario aggiungere molto olio tra un controllo e l’altro, significa che può esserci una perdita dalla scatola del cambio. Oltre a controllare con regolarità il livello dell’olio, devi anche sostituirlo ogni 50.000 km circa, specie se la tua auto non è nuova.

In alcune auto c’è un’apposita astina per il controllo del livello dell’olio del cambio, ma nella maggior parte delle auto manca. Il livello è quello giusto quando l’olio sfiora la parte superiore del foro di immissione. Per verificare la corretta posizione del foro di immissione olio, controlla sul libretto d’uso dell’auto. Solitamente questo tappo è posizionato su un lato della scatola del cambio, ma ci possono essere anche altri tipi di tappo, quindi verifica.

Se devi togliere il tappo di immissione da un’auto a trazione anteriore, spesso puoi agire anche attraverso il vano del motore, mentre su un’auto a trazione posteriore devi necessariamente sollevare l’auto con un cric e sistemarla sui cavalletti. Dev’essere perfettamente orizzontale per poter leggere correttamente il livello dell’olio. A seconda dei tipi, per svitare il tappo di immissione dovrai ricorrere ad una chiave fissa, a bussola, a barra esagonale, oppure ad un attrezzo apposito.

Pulisci la zona intorno al tappo filettato con uno straccio per togliere ogni traccia di sporco, poi togli il tappo. L’olio deve risultare a livello con la parte inferiore del foro di immissione. Se non riesci a vedere il livello, usa uno specchio per aiutarti, oppure metti un dito all’interno. Se l’olio arriva al margine inferiore, il livello è corretto. Se il livello è basso, rabbocca aggiungendo olio fino a quando non fuoriesce dal foro.

Spesso il foro si trova in posizioni scomode da raggiungere, ma puoi trovare questo tipo di lubrificante per cambi in contenitori appositi, dotati di beccuccio flessibile che ti permette di eseguire l’operazione di rabbocco molto più facilmente. Dopo che rimuovi il tappo, controlla se c’è la presenza di una rondella di tenuta. Esaminala e, se risulta danneggiata o deformata, sostituiscila con una nuova. Introduci l’olio e poi rimetti il tappo al suo posto senza esagerare nello stringere perché le scatole del cambio sono in lega di alluminio e le filettature si rovinano facilmente.

Se la tua scatola del cambio ha un’astina per il controllo del livello, controlla sul libretto d’uso dove è posizionata. Solitamente la trovi nella parte superiore della scatola del cambio e nelle auto a trazione posteriore l’accesso solitamente non è molto comodo. Infatti, in alcuni casi puoi raggiungere l’astina attraverso una finestra, chiusa da un coperchio, sul tunnel di trasmissione, per cui devi sollevare il tappetino.

Estrai l’astina di livello, asciugala con un panno e infilala di nuovo a fondo. Poi estraila ancora e controlla il livello. L’olio deve bagnare l’astina fino al segno di livello massimo. Se il livello è basso, esegui il rabbocco con l’olio consigliato dal manuale. Se credi che ci sia una perdita dal cambio, solleva l’auto con un cric dalla parte dove si trova la scatola del cambio e tienila con i cavalletti.

Blocca le ruote che rimangono a terra utilizzando dei mattoni. Per verificare se c’è una perdita, fai il rabbocco e poi pulisci bene la parte esterna della scatola del cambio usando un composto sgrassante. Poi fai un giro di alcuni chilometri con l’auto e alla fine controlla per vedere di riuscire a trovare la perdita. Controlla bene la tenuta del tappo di immissione e la zona di attacco dell’albero di trasmissione o dei semialberi.

Se a perdere è la guarnizione del coperchio della scatola del cambio, ma lo puoi raggiungere solo smontando la scatola, ti conviene rivolgerti ad un’officina. In caso contrario, scarica l’olio, togli le viti di fissaggio e rimuovi il coperchio. Togli ogni traccia della vecchia guarnizione e fai attenzione a non graffiare il metallo. Posiziona la nuova guarnizione cospargendo le due facce con un composto di tenuta adatto. Reinstalla il coperchio, stringi le viti in modo uniforme e immetti l’olio.

Per effettuare lo scarico dell’olio, fai un percorso con l’auto in modo che l’olio caldo riesca a fuoriuscire più facilmente. Accertati di posizionare l’auto in modo perfettamente pianeggiante. Prendi un recipiente abbastanza capace da contenere tutto l’olio che verrà scaricato. Metti il contenitore sotto al tappo di scarico olio, posizionato, solitamente nella parte inferiore della scatola del cambio. Pulisci la zona intorno al tappo e allenta il tappo per far uscire l’olio. Togli anche il tappo di immissione per facilitare l’operazione. Rimetti il tappo e riempi con l’olio nuovo.