Come e Quando Fare la Manutenzione della Facciata di Casa

La facciata di un condominio può essere equiparata al biglietto da visita di una persona. Risulta essere importante tenerla sempre in ordine sia per motivi di sicurezza che per motivi estetici. La programmazione della manutenzione varia molto a seconda della tipologia di materiali utilizzati, dalla loro messa in opera e anche dalle caratteristiche atmosferiche del luogo. Oltre alla facciata non dobbiamo dimenticarne gli accessori più importanti come balconi, terrazzi e serramenti. Vediamo insieme alcune dritte in questa semplice guida.

Facciata realizzata con intonaco. Necessita di una manutenzione straordinaria ogni 5 o 25 anni. Il lasso di tempo come vedi è molto ampio in quanto la manutenzione dipende principalmente da due fattori: la tipologia di intonaco e le condizioni ambientali. Per gli intonaci è fondamentale utilizzare prodotti aeranti che possano favorire l’evaporazione dell’acqua assorbita e la traspirazione della muratura.

Facciata realizzata in pietra. Necessita di una manutenzione straordinaria più ravvicinata rispetto alla facciata con intonaco: ogni 15 anni. Attualmente si vedono molti rivestimenti in pietra soprattutto nelle costruzioni tradizionali e locali. La pietra dona un effetto scenografico non indifferente al fabbricato, necessita però di una manutenzione particolare: va pulita con getti di acqua nebulizzata con l’eventuale aggiunta di detergenti assolutamente non acidi.Se il rivestimento è costituito da lastroni di pietra, i tasselli metallici con i quali solitamente vengono fissati subiscono delle deformazioni con il passare degli anni, a causa delle intemperie. Per questo motivo vanno sostituiti con elementi di ultima generazione, per esempio con tasselli chimici i quali si adattano a qualsiasi tipo di materiale.

Facciata realizzata in ceramica. Come per la facciata in pietra, anche in questo caso i tempi di manutenzione sono ogni 15 anni. Attualmente questo tipo di rivestimento è stato in parte abbandonato, però ci sono ancora molte costruzioni realizzate con rivestimenti in ceramica. Soprattutto negli anni passati la ceramica è stata ampiamente utilizzata grazie alle piastrelle in klinker le quali sono molto resistenti alle intemperie.

Balconi e terrazzi. La manutenzione dei balconi e dei terrazzi va fatta ogni 5-10 anni. Questa tipologia di intervento comprende il rifacimento e la sigillatura dei fori di scarico dell’acqua. E’ inoltre fondamentale impermeabilizzare i bordi, riverniciare i parapetti controllandone la sicurezza, tinteggiare le solette sottostanti, verificare lo stato delle pavimentazioni. Generalmente il consolidamento di balconi e terrazzi viene effettuato nel momento in cui si fa la manutenzione della facciata.

Serramenti. La manutenzione ordinaria avviene ogni anno per le persiane in legno, ogni tre anni per le finestre in legno. La ristrutturazione completa avviene ogni 20-50 anni. I profili in legno si rovinano facilmente, anche a causa delle intemperie, dovresti verniciarle ogni tre anni. Per questo motivo ultimamente si stanno scegliendo sempre più i serramenti in pvc in quanto non necessitano della manutenzione annuale.